Duomo
HOME VISITE ACQUISTI EVENTI RICERCA MAPPA E-MAIL
Sezione - Duomo di  Orvieto
LA FACCIATA: i portali
Cristo Pantocratore
Opera del Duomo di Orvieto Cristo Pantocratore


Indice della sezione
La cattedrale
"Prima" del Duomo
La storia
Il miracolo
La piazza
La facciata
I fianchi e le porte
L'interno
Il coro
La tribuna
La pietà
Gli altari
Cappella di S. Brizio
Capp. del Corporale
Informazioni
Feste religiose
 

 

 

Grande, trionfale e superba è la porta centrale a tutto sesto del Duomo, i cui sguanci risultano definiti da due fasce piane che ne esaltano i valori plastici e chiaroscurali.
La fascia interna è leggermente rigata e stretta, mentre quella esterna è decorata e più larga a contenere i pilastrini e le colonnine a spirale, in marmi diversi, delle strombature, i cui capitelli sono raccordati, in una successione continua, dalla cornice orizzontale. Quest'ultima, attraversando l'arcata, costituisce la base del baldacchino bronzeo con angeli e della Madonna in trono di marmo nella lunetta e, correndo lungo tutta la facciata, segna il piano d'appoggio anche per le sculture dei quattro Evangelisti dei pilastri.
Le porte laterali, anzichè essere a tutto tondo, terminano ad ogiva con il libero sviluppo di un finestrone allungato avente gli stipiti sporgenti; la linea inflessa dell'arco si accorda perfettamente con la ghimberga.
I vani dei portali scavano la superficie inferiore della facciata creando una profondità spaziale chiusa.
Nel 1970 le antiche porte lignee sono state sostituite da quelle bronzee eseguite dallo scultore siciliano Emilio Greco (1964): in quelle laterali due grandi angeli a tutto tondo costituiscono i battenti, mentre sulla porta centrale è sviluppato in sei pannelli il tema delle Opere di Misericordia.


zoom
Il portale principale


zoom
 
zoom
 
zoom
  © OPERA DEL DUOMO DI ORVIETO - Tutti i diriti riservati  
L'Opera del Duomo Il Duomo di Orvieto L'Archivio dell'Opera del Duomo Il Museo dell'Opera di Orvieto Bibliografia